Bozza Grafica

Bozza Grafica

 

Durante le fasi che portano alla creazione di siti internet, di loghi o di qualsiasi prodotto che contempli interventi di grafica, generalmente si tende a fornire al cliente, prima della stesura definitiva del lavoro, una o bozza grafica, o più d’una se previsto, che riassuma il layout ipotizzato per il prodotto in costruzione, così da ottenere un riscontro prima della realizzazione della versione definitiva.

 
La bozza grafica è un’immagine, spesso un file .jpg (il formato di salvataggio più utilizzato) in bassa risoluzione di un .psd, di un .ai o di un .indd (formati nativi di Photoshop, Illustrator o InDesign, software di Adobe utilizzati dai grafici per creare layout grafici di siti web, cataloghi o ritocchi fotografici), che il cliente può aprire, così da poter verificare con mano l’anteprima o la proposta visiva del prodotto che in via di definizione.

 

Lato brand identity: chi si occupa di creazione loghi, immagine coordinata e supporti, utilizza le bozze grafiche per mostrare ai clienti le prime proposte realizzate, ad esempio, per un logo. Dalla proposta accettata, generalmente, si prosegue con le modifiche e le revisioni, fino ad arrivare al logo definitivo.

 

Lato web project: quando un graphic designer progetta la veste grafica di un sito web, crea generalmente più possibili varianti della forma visiva del futuro sito (disposizione degli elementi, colori, font e via dicendo). Sulla bozza grafica più vicina al gusto del cliente, si procede con lo sviluppo e le eventuali modifiche.

 

Lato grafica pubblicitaria: nella realizzazione, ad esempio, di un volantino, la bozza grafica è un file di immagine con le prime proposte realizzate, sottoposte al cliente per approvazione e, in seguito ad essa, definite e revisionate fino ad arrivare al risultato finale.

 

Lascia un commento